Massaggio ayurvedico del viso

Il massaggio ayurvedico affonda le radici in un passato molto remoto dell’India in cui è nata la medicina ayurvedica che ha come obiettivo quello di ripristinare, nella persona malata, o far mantenere , nella persona sana il perfetto equilibrio e la perfetta armonia tra corpo e mente. Oltre al massaggio  la medicina ayurvedica si avvale di sostanze erboristiche, tisane, oli medicati, consigli alimentari , esercizi fisici e respiratori e tecniche di rilassamento.


Esistono vari tipi di massaggio ayurvedico in base all’area del corpo coinvolta (completo o localizzato), alla tecnica di manipolazione e agli oli ed erbe utilizzate. Il terapista ayurvedico può utilizzare le mani, i gomiti e perfino i piedi a seconda del tipo di massaggio da effettuare. L’ambiente in cui si effettua il massaggio di solito è accogliente, rilassante col luci soffuse e musica da meditazione e profumi di essenze o incensi.
Io vi parlerò solo del massaggio Mukhabyanga che è un particolare tipo di massaggio del viso (anti-age) che ha lo scopo di eliminare lo stress favorendo l’ossigenazione della pelle e il riposo. Lo scopo di questo massaggio, fatto regolarmente, è quello donare elasticità e luminosità alla pelle e rallentare la formazione delle rughe. Il terapista utilizzando oli, unguenti e maschere o creme ayurvediche specifiche compie dei movimenti che stimolano la produzione di elastina e di  collagene e rendono la pelle più elastica e compatta.
Il massaggio ha delle regole precise e deve seguire delle fasi che sono:
Snehana:  ovvero l’utilizzo sulla cute ben pulita e asciutta di un olio ayurvedico adatto al tipo di pelle e alla condizione
Svedana : rappresenta il secondo passaggio e viene utilizzato del vapore per far aprire i pori della pelle e facilitare l’eliminazione delle tossine
Lepa: è il terzo passaggio in cui si applicano miscele di polvere di erbe unite ad un mezzo liquido in base al tipo di pelle e alla condizione da trattare. I liquidi variano dal latte fresco all’acqua di rose o anche il miele.
Taila: rappresenta l’ultima fase in cui sul viso viene applicato un particolare olio chiamato Kumkumadi Taila che raggiunge gli strati profondi dell’epidermide rilasciando le preziose sostanze vegetali disciolte in esso e consolidando l’azione delle fasi precedenti.
    Mantenere esattamente questa sequenza è fondamentale per la buona riuscita di questo particolare massaggio che affonda le radici nella storia di una cultura millenaria quale quella indiana.. un vero toccasana per anima e corpo!


Scritto da AleDale